lunedì 13 dicembre 2010

Penne con pollo e funghi

Brief

Giovani penne integrali vorrebbero conoscere nuovi amici per incontro stuzzicante


La ricetta


Occorrente: 1 casseruola, 1 pentola per cuocere la pasta, scolapasta, bilancia elettronica, cucchiaio di legno

Ingredienti x 4 persone

280 g di penne integrali
60 g di prosciutto cotto
250 g di pollo
125 g di funghi freschi o 30 g di funghi secchi
1 pomodoro
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro (volendo 200 g di passata di pomodoro)
1 pacchetto di panna da cucina (anche 125 ml possono bastare)
125 g di vino bianco secco
2 cucchiai di Parmigiano Reggiano
prezzemolo fresco
1 cipolla
1 spicchio di aglio
30 g di burro

Procedimento


La fonte della ricetta è un volumetto intitolato Guida Special 2. Io ho apportato qualche lievissima modifica, tipo usare i funghi secchi al posto di quelli freschi, scegliere la pasta integrale, sostituire il pomodoro e il concentrato con la passata e ridurre della metà la panna da cucina, così diventa più leggera e più dietetica.
:-) 

Avete mai sentito le penne integrali fare conversazione?

giovedì 9 dicembre 2010

Ciambella glassata al cioccolato


Questo è un dolce nato quasi per caso. Ero curiosa di provare qualcosa glassato di cioccolata e così ho tentato di unire un paio di ricette che avevo segnato qua e là e che per vari motivi mi ispiravano. I doughnut americani con il ciambellone nostrano, la glassa dei biscotti con quella al rhum...e il risultato è quello che vedete in foto. Alla fine la ciambella è così scenografica che mi è sembrata super adatta alle Feste che arriveranno. E poi le ciambelle, corone e simili in tavolta stanno sempre bene, perché ricordano il calore di un abbraccio e la perfezione del cerchio.





Ciambella glassata al cioccolato




Occorrente: stampo a forma di ciambella, forno, fruste elettiche, casseruola, cucchiaio, bilancia elettronica, ciotole, bicchiere, bollitore per il latte

Ingredienti
Per la ciambella
450 g farina per dolci
4 uova
1 bustina di lievito chimico per dolci
1 stecca di vaniglia
1 bicchiere di latte
1 bicchiere di olio di girasole
120 g zucchero
scorza grattugiata di un'arancia

Per la glassa
100 g cioccolato fondente al 70% minimo
100 g di burro
100 g zucchero a velo
1 cucchiaio di rhum
qualche cucchiaiata di latte
codette di cioccolato

Procedimento

Ungere lo stampo e infarinarlo perfettamente (operazione fondamentale per garantire la riuscita perfetta del dolce). Preriscaldare il forno a 180°C. Scaldare il latte assieme al baccello di vaniglia inciso. Montare le uova assieme allo zucchero, aggiungere l'olio, la scorza grattugiata dell'arancio, il lievito e la farina a poco a poco e da ultimo il latte. (Dovrà essere tiepido più che caldo, altrimenti rischia di cuocere le uova e di uccidere i lieviti).
Trasferire il composto nello stampo e infornare.
Dovrà cuocere per circa 40 minuti.

Una volta pronto - e vale la prova dello stuzzicadente -  preparare la glassa.
Riunire in una casseruola tutti gli ingredienti e mescolarli con cura, in modo da far sciogliere completamente il cioccolato e lo zucchero a velo, senza che si formino grumi. Nel mio caso sono stati necessari tre cucchiai di latte, ma dipende a seconda del calore della fiamma, del tipo di cioccolato o di burro..
Spegnere il fuoco, lasciare raffreddare qualche minuto, continuando a mescolare. 
Intingere un pennello da cucina nella glassa ancora calda e pennellare la ciambella, in modo da ricoprirla tutta. Spolverare di codette di cioccolato. Lasciare raffreddare prima di tagliarla a fette

Eccola da un'altra angolazione..


martedì 7 dicembre 2010

Farfalle con crema di tartufi, mascarpone e mandorle tostate

Brief

Provare la crema di tartufo Ortocori


La ricetta


Occorrente: pentola per cuocere la pasta, scolapasta, casseruola, cucchiaio

Ingredienti
Dosi per 4 persone
320 g di pasta formato farfalle
250 g di mascarpone freschissimo
2 cucchiai di crema di tartufi Ortocori
1 manciata di mandorle tostate
Parmigiano Reggiano grattugiato
sale e pepe q.b.
qualche cucchiaio di latte

Procedimento

Tempo fa ho ricevuto da Ortocori una confezione di prodotti da provare e tra questi c'era un barattolo di crema di tartufi.
Così ho pensato di utilizzarla per un primo, che però ho arricchito a mio piacimento con le mandorle tostate.
La ricetta è molto semplice e veloce, perciò la consiglio soprattutto quando si ha poco tempo a disposizione.

Eccola qua..

domenica 5 dicembre 2010

Muffin con bottoncini di cioccolato

Brief

Una delle tante interpretazioni in fatto di muffin, col gusto ricco e goloso di cioccolato e cocco


La ricetta


Occorrente: stampo per muffin in silicone, forno, ciotole capienti, bollitore per il latte, fruste, cucchiaio, setaccio

Ingredienti

2 uova
100 g latte scremato
1 tazzina di olio e.v.o.
1 cucchiaio di estratto di vaniglia

50 g cocco rapé
200 g farina 00
5 cucchiai di fruttosio
2 cucchiai di bottoncini di cioccolato
2 cucchiaini di lievito per dolci in polvere

Procedimento

Questo è stato un weekend davvero impegnativo.
No, niente shopping selvaggio.
Niente mostre.
Niente partenze per il ponte dell'Immacolata.
Niente extra lavoro.

Solo un'imprevista influenza che mi ha fiaccata completamente, lasciandosi un fastidioso coté di nausea, inappetenza, stomaco sottosopra et cetera..

lunedì 29 novembre 2010

A proposito di fingerfood

Brief

Improvvisando piccoli antipasti frugali


La ricetta


 

Occorrente: coltello per il pane, tagliere, coltello spalmaburro, cucchiaino, ciotola piccola, tostapane

Ingredienti

Pane di soia
Paté di olive nere
pomodori alla brace sott'olio
capperi di Pantelleria
formaggio spalmabile
1 cucchiaio di Parmigiano Reggiano
1 spicchio di mela annurca con la buccia
1 noce
sale e pepe qb


venerdì 26 novembre 2010

Rollé di pollo

Brief

Un rotolo salato per dare sapore al petto di pollo


La ricetta


Occorrente: batticarne, stuzzicadenti, cucchiaio, padella antiaderente, carta assorbente da cucina

Ingredienti

1 kg di petti di pollo
200 g prosciutto crudo affettato sottile
5-6 foglie di salvia fresca
1/2 bicchiere di vino bianco
1 cipolla piccola
200 g formaggio spalmabile
1 cucchiaio di curry
olio e.v.o.
sale

Procedimento

Preparare i petti di pollo è sempre un po' rischioso, perché si tratta di una carne molto magra e proteica, quindi di per sé tendenzialmente stopposa.
Il segreto per portare in tavola qualcosa di gustoso e di stuzzicante è non farli cuocere troppo, lavorare un po' di spezie - se piacciono - e associare un sapore pieno come quello del prosciutto crudo o del curry.

Questa ricetta very easy è nata un po' per caso, ma ha riscosso successo, così ve la ripropongo, nel caso possa tornare utile.

giovedì 25 novembre 2010

In cucina con vaniglia - i vincitori

And the winner is....



Cari e care, finalmente sono riuscita a concludere le operazioni del concorso In Cucina con Vaniglia che avevo organizzato insieme a SaVa Import Export.

Mi scuso innanzitutto per il ritardo, ma ultimamente ho avuto problemi tecnici con il computer, che è letteralmente esploso.

Ringrazio tutte le persone che mi hanno aiutato e che hanno collaborato al concorso, grazie davvero a ciascuno dei partecipanti.

Vi dirà che non è stato semplicissimo scegliere, anche perché tutte le ricette ci sono sembrate speciali, ognuna per qualcosa di diverso. Alla fine però, sia io che Edith, abbiamo deciso che:

La vincitrice è Luciana di Daldolcealsalato per il suo fantastico tortino Trilogy d'estate, che ci ha colpito per eleganza e ricercatezza

Seconda classificata è Katia di Pappaecicci per il suo gazpacho e la sua purée che abbiamo premiato per l'originalità

Terza classificata è Elga di Semidipapavero per il suo cappuccino alla quale va il premio perché ha proposto una ricetta fresca e semplice.

Sto anche lavorando a una raccolta in pdf delle ricette, che metteremo a disposizione sia sul mio blog che sul sito di SaVa import Export.

martedì 23 novembre 2010

Muffin al caffé

Brief

Interpretare in maniera "ottima" un caffé ottimo


La ricetta


Occorrente: stampo in silicone per muffin, fruste, spatola da cucina, n° 2 ciotole, forno, pentolino per il latte, cucchiaio

Ingredienti
150 g farina 00
100 g farina integrale
1 bustina di lievito vanigliato
80 g zucchero semolato
1 tazzina di caffé espresso
1 bustina vaniglina
2 uova
100 g latte
1 tazzina di olio evo

Procedimento

Non c'è niente di meglio che svegliarsi col profumo dei muffin fatti in casa. Cioè, si può fare di meglio solo mangiandone uno a colazione..
:-)

E se i muffin poi sono al caffé, svegliarsi diventa meno doloroso, anzi, diventa un momento di puro piacere. Un cappuccino cremoso, un po' di musica in sottofondo, e questi fantastici dolcetti. Io mi sono divertita a giocare un po' con le forme, complice uno stampo ad hoc che ho comprato qualche tempo fa in una fiera e che non ho mai utilizzato.

A proposito di cose mai utilizzate, ho provato per questa ricetta il caffé Optimum, di Essse caffé.


Si tratta di un caffé in cialde, ma avendo già una macchinetta della Lavazza che funziona esattamente con cialde di questa misura, l'ho potuto utilizzare senza problemi.


Ma torniamo ai muffin..
Prepararli è veramente veramente semplice e veloce: l'unica parte un po' delicata è quella in cui la crema viene travasata negli stampini. Ma con pazienza si può evitare di sporcare ovunque e di riempirli eccessivamente creando dei piccoli funghi di Hiroshima.

Una volta ho guardato Nigella Lawson che spiegava come ottenere un risulato perfetto e da quel momento ho fatto mio il suo modus operandi. Insuperabile Nigella!

Accendere il forno (io uso quello elettrico ventilato a 160°C)
Scaldare il latte. Raccogliere in una ciotola tutti gli ingredienti secchi e amalgamarli tra loro. Rompere le uova in un'altra ciotola, assieme all'olio e al latte. Aggiungere gli ingredienti fluidi a quelli secchi e mescolare con la frusta per evitare che si formino grumi.
Versare la crema negli stampini e infornare per 25-30 minuti.
Lasciare raffreddare e poi sformarli.  

giovedì 14 ottobre 2010

Risotto alla crema di zucca

Brief

Il risotto coi colori caldi dell'autunno


La ricetta


Occorrente: pentola per risotto, cucchiaio di legno, minipimer, coltello, forno, placca da forno

mercoledì 13 ottobre 2010

Bocconcini di tonno fresco con verdure grigliate e capperi di Pantelleria

Brief

Tonno fresco e verdure alla griglia per un secondo sano, leggero ma buonissimo con ingredienti mediterranei


La ricetta


Occorrente: piatto, coltello, piastra, padella antiaderente, spatola da cucina, carta assorbente, piatto

martedì 28 settembre 2010

Torta di anniversario

Brief

La torta per l'anniversario di matrimonio dei miei: rigorosamente pannosissima e fatta con amore!


La ricetta


Occorrente: stampo da dolce circolare da 24 cm di diametro, spatola, fruste elettriche, bilancia elettronica, forno, ciotola in vetro molto capiente, ciotole, cucchiaio, padellino, carta da forno, piatto da dolce

domenica 19 settembre 2010

Fusilli pomodoro e ricotta dura

Brief

Esaltare il sapore "pieno" della pasta integrale da agricoltura biologica, con ingredienti semplici e mediterranei


La ricetta



Occorrente: pentola per cuocere la pasta, scolapasta, grattugia, casseruola, minipimer, coltello, cucchiaio di legno.

domenica 5 settembre 2010

Ciambella di pere e uva alla birra


Brief 

Una dolce speciale, perfetto per l'autunno con pere, uva e birra


La ricetta


Occorrente: stampo per ciambella, palette per dolce, fruste elettriche, coltello, scodella capiente, bilancia elettronica, cucchiaio, carta assorbente da cucina

venerdì 27 agosto 2010

Petto di pollo in due versioni: al curry e allo zafferano

Brief

Portare in tavola gusti, profumi e suggestioni d'Oriente, con un semplice piatto di riso e pollo


La ricetta

giovedì 1 luglio 2010

Concorso Vanila cooking: l'elenco dei partecipanti





Carissimi, visto che mi sono arrivate le prime ricette che parteciperanno al mio concorso Vanilla Cooking, ho pensato di cominciare a comporre l'elenco, così mi metto avanti coi lavori e soprattutto chi mi ha scritto può controllare di essere stato aggiunto/a.



Vi ricordo che si può partecipare fino alla fine di agosto, anche volendo con ricette già pubblicate sul blog e anche in assenza di blog.



Per il regolamento completo guardate qui.


Intanto ringrazio chi vorrà aderire e chi lo ha già fatto, cioè sinora:

Dolciagogo
Alcibocommestibile
Nelpaesedellemeraviglie
Deliciously
Segnievidenti
LacucinadiAlice
Semidipapavero
Conunpocodizucchero
Pappaecicci
Pecorelladimarzapane
Passioniecucina
Auttacucina
Daldolcealsalato
Sostorta
Fragolaezafferano
Mollyincucina
Gliamorididida


Laura B.
Alessandro F.

domenica 20 giugno 2010

Farfalle alla Norma

Brief

La Sposadelvento interpreta a modo suo un classico della gastronomia siciliana, ascoltando rigorosamente come sottofondo una delle migliori Casta Diva della storia del melodramma


La ricetta



Occorrente: pentola per cuocere la pasta, coltello, scolapasta, grattugia, padella antiaderente, spatola, carta assorbente da cucina, piatto, casseruola

Ingredienti

400 g pasta formato farfalle
1 melanzana grande
200 g ricotta salata
500 g pomodori pelati
1 spicchio d'aglio
abbondante olio e.v.o.
sale
basilico fresco

Procedimento

Vi segnalo innanzitutto che online c'è un utilissimo tutorial su questa ricetta su Giallozafferano.it
Io non ho usato gli spaghetti, perché mi stuzzicava di più l'idea delle farfalle Garofalo, ma resta inteso che se volete cambiare tipo di pasta, andrà comunque benissimo. 

Trovare la ricotta salata in commercio non è molto semplice, addirittura ho trovato chi mi ha detto "ma questa ha comunque il sale tra gli ingredienti"...
Io ho glissato simpaticamente facendo finta di essere sorda...Comunque in Emilia non è diffusissima, perciò ho dovuto girare diverse gastronomie.

Per chi non lo sapesse, pare che il piatto sia stato inventato in onore di Vincenzo Bellini, compositore catanese dell'Ottocento che ha composto la celebre opera Norma.
Per me resta tuttora insuperabile l'interpretazione di Maria Callas, con la sua voce così carismatica ed emozionante.
Svegliarsi in casa mia con un brano d'opera alle 9.00 del mattino è sempre stato piuttosto comune, avendo in casa un cantante, ma se avete vicini antipatici, o semplicemente familiari che non gradiscono, beh, per ispirarvi potete comunque ascoltarla in cuffia...

Ma scendiamo dall'Olimpo della musica e torniamo a cose più triviali.

Lavare e tagliare le melanzane a fette rotonde alte circa mezzo centimetro.  

Scaldare l'olio in una capiente padella, friggere le melanzane girandole da ambo i lati e lasciarle asciugare su un piatto coperto di fogli di carta assorbente.

Passare i pomodori pelati al setaccio, o  in alternativa munirsi di passata di pomodoro già pronta.

Scaldare un paio di cucchiai di olio in padella assieme allo spicchio d'aglio tritato, versare i pomodori e lasciare cuocere il sugo a fuoco dolce fino a quando non si sarà addensato.

Tagliare le melanzane a striscioline e lasciare da parte qualche fetta per decorare i piatti.

Aggiungere le altre al sugo e lasciar insaporire qualche minuto. Aggiungere il basilico fresco.

Cuocere la pasta, scolarla al dente e condirla con il sugo preparato.

Grattugiare su ogni piatto la ricotta salata, guarnire con le fette di melanzana e portare in tavola.


lunedì 31 maggio 2010

Tronchetto al kiwi

Brief

Un dolce al cucchiaio coi kiwi, morbido e raffinato, ma dal sapore inedito


La ricetta



Occorrente: frullatore, coltello, scodella, casseruola, stampo rettangolare, frigo

Ingredienti

8 kiwi
5 tuorli
1 cucchiaio farina
160g zucchero
1/2 litro di latte
un bastoncino di vaniglia
3 fogli colla di pesce

Procedimento

I dolci a base di kiwi non sono poi tanto numerosi, né particolarmente vari. Ogni tanto si trovano delle crostate con la crema, o delle macedonie, qualche volta la mousse nel bicchiere..ma poi sono sempre gli stessi.. 
Questa si apprezza perché nel sapore il kiwi diventa piuttosto dolciastro e cremoso e perde quel gusto acido che può anche dar fastidio.

A dire la verità avevo già pubblicato su Cooker un po' di tempo fa, ma qui nella mia cucina mi sa più di personale e proprietario.

Cheesecake al cioccolato con mousse allo champagne

Brief

Il migliore: una torta al cioccolato per la mamma con mousse allo champagne

La ricetta





venerdì 28 maggio 2010

Tronchetto al kiwi




Un dolce al cucchiaio coi kiwi, morbido e raffinato, ma dal sapore inedito



I dolci a base di kiwi non sono poi tanto numerosi, né particolarmente vari. Ogni tanto si trovano delle crostate con la crema, o delle macedonie, qualche volta la mousse nel bicchiere..ma poi sono sempre gli stessi.. 
Questa si apprezza perché nel sapore il kiwi diventa piuttosto dolciastro e cremoso e perde quel gusto acido che può anche dar fastidio.

A dire la verità avevo già pubblicato su Cooker un po' di tempo fa, ma qui nella mia cucina mi sa più di personale e proprietario.
Ma andiamo con la preparazione..

mercoledì 26 maggio 2010

Festival di Arte Contemporanea a Faenza e La Baita


Immagina che stai andando a un festival di arte contemporanea in una città che non hai mai visto. Immagina di non avere idea di dove trovare le location che ti interessano: è un sabato pomeriggio caldissimo di maggio e il tuo treno arriva per pranzo. 

Il cibo diventa una necessità, oltre che un piacere e la ricerca di un ristorante "adatto" durante una manifestazione artistico-culturale, con tanti stranieri come ospiti, può diventare ben più impegnativa del previsto. 

lunedì 24 maggio 2010

Nidi di Parmigiano Reggiano e funghi

Brief

Quando vuoi sentirti uno scultore in cucina col Parmigiano Reggiano, magari senza scalpello..


La ricetta





lunedì 17 maggio 2010

Bouchées al prosciutto di Parma e al salmone


Brief

Un aperitivo veloce (non velocissimo) ma elegante a base di pasta sfoglia e affettati


La ricetta


Occorrente: teglia da forno, tagliabiscotti, forchetta, forbici da cucina, forno, carta da forno, piatto da portata 


Ingredienti
1 rotolo di pasta sfoglia da 400 g
1 uovo sbattuto
1 confezione di formaggio spalmabile
100 g salmone affumicato
100 g prosciutto crudo di Parma
aneto
succo di limone
pepe (fac)

 Procedimento

Nell'antro dell'alchimista, per la giovane Sposadelvento pressoché 8enne, questa preparazione culinaria possedeva un che di misterioso e di affascinante.

Perché una pasta come tutte le altre, diventa fragile come la carta e non si sbriciola da cotta, ma appunto si "sfoglia"? E perché questi cerchietti, una volta passati in forno, si gonfiano come fisarmoniche e diventano tazzine senza manico?

A quell'età la Sposadelvento parlava poco. E chiedeva ancora meno, chiusa nel suo silenzio come un'antica statua, perciò quegli interrogativi si sono sciolti, nel tempo, praticamente senza chiedere.

Il ripieno delle bouchées è cambiato, poi ha preso a prepararle anche lei, e così sono nati questi.

domenica 2 maggio 2010

sabato 1 maggio 2010

Concorso Vanilla Cooking - in cucina con vaniglia



Siete anche voi, come me, dei grandi fan della vaniglia? Non lo siete ma avete nel vostro ricettario un piatto forte con questo aroma? O avete in programma a breve di utilizzare la vaniglia in una ricetta?

Ottimo.

Allora vi invito tutti alla prima edizione del concorso Vanilla Cooking - in cucina con vaniglia.

Vi dico subito che non solo sto raccogliendo delle ricette a tema per farne un book scaricabile, ma che questa volta partecipando sarà possibile anche vincere dei premi, gentilmente messi a disposizione da Sa.Va. import - export

L'identità visiva del concorso è frutto del lavoro di Giacomo Govi, che ringrazio per avermi aiutato e che si occuperà anche dell'impaginazione finale del book.

Volete saperne di più?

Allora continuate a leggere il regolamento, ma soprattutto, partecipate!

martedì 27 aprile 2010

La crescia di Pasqua con la Mdp

Brief

La Sposadelvento alle prese con una specialità regionale, un classico sulla tavola di Pasqua


La ricetta

lunedì 26 aprile 2010

Delizia mortale

Brief

Partecipare alla raccolta di ricette a base di cioccolato avanzato dalle uova pasquali sul blog di Fragole e cioccolato



domenica 25 aprile 2010

Pudding di colomba pasquale

Brief

Restyling di un dolce pasquale, con abuso legalizzato di spezie e in particolare di vaniglia



La ricetta


sabato 17 aprile 2010

Yogurt greco con miele, noci e lamponi

Brief


Il dessert di quando non hai voglia di cucinare e capita, persino alla Sposadelvento...


La ricetta



giovedì 15 aprile 2010

venerdì 9 aprile 2010

venerdì 26 febbraio 2010

La prima delizia col nuovo forno: Crostata di mele

Brief

L'ultimo arrivato nella cucina della Sposadelvento vuole dimostrare di essere all'altezza: perché non dargli una chance con la crostata di mele?


La ricetta



lunedì 22 febbraio 2010

Novità nella cucina della Sposadelvento

Mi piace pensare che anche i nostri attrezzi da lavoro abbiano un'anima e quindi una vita.
Se potessero parlare, il loro chiacchiericcio ci assorderebbe.
E invece stanno lì, apparentemente in silenzio, talvolta più collaborativi, talvolta più ribelli, a farsi prendere, spostare da un cassetto o da un ripiano, sporcare di crema o ragù, o passato di verdure.. e poi lavare, con l'acqua calda e lo sgrassatore, con l'acqua tiepida e il sapone, con l'acqua fredda e basta. E si lasciano riporre in un cassetto o lucidare con lo strofinaccio, abbandonare sul lavello umido perché siamo di corsa o sul tavolo in attesa del prossimo utilizzo, oppure, semplicemente dove capita, perché siamo distratti e disordinati.

Tra i miei attrezzi, quello che però ha lasciato di più il segno e che difficilmente dimenticherò è il forno.

Che fatica addomesticarlo.
Che fatica capirlo e trasformare per lui le istruzioni che leggevo sui libri di ricette.
E anche dopo 20 anni, ancora gli stessi capricci...
Ancora la stessa suspence fino alla fine, senza sapere se i muffin sarebbero lievitati e se la ciambella sarebbe rimasta morbida, o se lo strudel sarebbe uscito senza bruciature...
ogni volta nuove accortezze.
E mille parole, mille carezze per renderlo bello, per farlo obbedire.

Fino a quando...
Fino a quando è arrivato il tempo che arriva sempre, prima o poi, per ciascuno degli amici in cucina.
Il tempo dei saluti e dei cambiamenti.
Il tempo di dire che quell'oggetto ha fatto il suo tempo. E che va sostituito.

E così da poco, nella mia cucina è arrivato un nuovo amico.
Sì, perché spero che questo, più che rivale, mi sia soprattutto amico.

E domani vi racconto che cosa abbiamo già fatto insieme.

Stay tuned!

martedì 16 febbraio 2010

Muffin con le spezie e lo yogurt intero


Brief

Dolce e un po' timida ricetta di muffin cerca aroma intenso, elegante, di gusti decisi scopo relazione permanente


La ricetta




Occorrente: stampini per i muffin, forno, ciotole capienti, bollitore per il latte, spatola per i dolci, setaccio

Ingredienti


270 g farina per dolci
120 g burro
160 g zucchero
2 uova
100 g yogurt intero
90 g latte
2 cucchiaini di lievito in polvere
1 pizzico di noce moscata
1 cucchiaino di zenzero in polvere
1 pizzico di chiodi di garofano in polvere
1 pizzico di pepe
1 baccello di vaniglia (1 pezzetto)
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 pizzico di sale

Procedimento

Come in una relazione tra persone, gli ingredienti di una ricetta devono possedere e mantenere una propria individualità forte, senza per questo essere in conflitto tra di loro. Anzi, al contrario, devono sapersi armonizzare ed esaltare a vicenda.

Una cosa che mi ha sempre incuriosita è il dolce-piccante.

Così ho pensato di dare "corpo" a una ricetta di muffin tramite le spezie. E visto che ho da poco ricevuto un dono speciale, mi sono sentita particolarmente ispirata. Un po' come quando compri un vestito nuovo e non vedi l'ora di metterlo.

Ed ecco il dono speciale...talmente speciale che anticamente valevano come moneta di scambio.

Talmente speciale che una celebre saga, quella di Dune - da cui David Lynch ha tratto un film - la rende protagonista della lotta per il potere tra le famiglie di Atreides, Harkonnen e Fremen. La spezia...



Quelle in foto arrivano da qua e mi piace ricordare l'impegno di questa azienda nel creare un mercato per i prodotti che coltiva direttamente in Madagascar, principalmente vaniglia.

Cosa vuol dire? Qualità altissima, minori ricarichi lungo la filiera di distribuzione, affidabilità di un prodotto delicato, prezioso e non trattato con pesticidi, additivi, OGM.

Ma stavamo parlando di muffin e di relazioni permanenti con aromi intensi ed eleganti...

Preriscaldare il forno a 180°C

Ammorbidire il burro a temperatura ambiente e montarlo assieme allo zucchero con le fruste elettriche. Unire le uova, le spezie e il sale.

Scaldare il latte su fiamma dolce e aggiungervi il pezzetto di vaniglia.

Aggiungerlo agli altri ingredienti e da ultimi unire il lievito e la farina setacciata, alternandoli a cucchiaiate di yogurt.

Suddividere il composto in stampini da muffin imburrati e infarinati, o il alternativa foderati di pirottini ad hoc.

Riempirli per i 2/3 e infornare per 20-25 minuti.

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Pandipanna

Se volete farlo anche voi, ricordate che scade il 28 febbraio: c'è ancora tempo, ma non troppo!

Monaco di Baviera

Ogni anno la Sposadelvento si concede una fuga.
Uno di quei viaggi che sanno di libertà, di assenza totale di itinerari e pianificazioni.
Senza guide turistiche alla mano.
Senza cose "da fare" per forza.
Senza compagnie scomode, o forse, con la compagnia più scomoda del mondo, cioè quella di se stessi.
Un viaggio lontano da tutto e da tutti.
Non importa dove.
Non importa quando.
L'importante è solamente andare.

Sì perchè talvolta andare è più bello che arrivare a destinazione.

Compagna d'elezione di queste avventure è, ovviamente la macchina.

A fine 2009 il caso mi ha concesso una lancia Delta.
Una di quelle auto che se non le scelgono altri per te, mai e poi mai avresti modo di provare.
Perché il design non ti convince, perché per te è sin troppo grande, perché ....ma perché mai dovrei sentirmi a mio agio in una lancia Delta grigio fumo?

Eppure...

Eppure a Monaco si è rivelata un degno alfiere. Morbida, silenziosa, confortevole, sicura col suo baricentro basso e il parabrezza luminoso.


Se c'è un periodo dell'anno in cui vedere Monaco di Baviera è dicembre.
I mercatini di Natale rendono Marienplatz e comunque il centro storico della città così vivo e così caloroso da far quasi dimenticare che sia inverno.
Ovunque ci sono bancarelle piene di frutta glassata o ricoperta di cioccolato, di panini coi wurstel, di oggetti in legno, di candele naturali, di prodotti da forno decorati di semi e spezie.
Ovunque è la festa degl'occhi.

Quest'anno l'inverno freddo ha reso un po' più difficile del previsto sia l'arrivo che la permanenza, specie per chi, come me, è poco abituato alle temperature sotto lo zero...

Ma la magia era comunque dappertutto..




Tra le tante particolarità di Monaco, quella che salta più all'occhio è la composizione variegata della popolazione.
Ci sono tantissimi stranieri, bene integrati e capaci di esprimersi in tedesco, spesso anche di svolgere lavori prestigiosi.
E naturalmente i ristoranti etnici sono dappertutto.
Consiglio di provare quelli indiani e thailandesi.
Io in 4 giorni di permanenza non ho mai assaggiato nulla che assomigliasse ad un piatto italiano.
Anche la cucina bavarese si difende piuttosto bene, specie appunto in inverno, quando lo stinco di maiale, le zuppe, le patate arrosto, la tipica cotoletta impanata con le patate fritte o gli spaetzle scaldano il cuore oltre che il corpo.
Indimenticabili, nell'ordine: la birra, i brezel, lo strudel di mele con salsa alla vaniglia.
Ma Monaco vuole anche dire cultura: premi Nobel, gallerie di arte moderna, musei, università prestigiose, chiese e palazzi.
Se vi capita di andare alla Kunsthalle, consiglio un salto in caffetteria.
C'è un'atmosfera moderna e colorata e le torte meritano un assaggio.
D'inverno purtroppo non si godono molto gli spazi verdi, che in città abbondano decisamente. C'è un parco splendido in pienissimo centro, dove in pratica ti dimentichi di essere in una delle principali città tedesche: tutto vegetazione, ombra, quiete e grandi spazi naturali.

Ma d'estate si può comunque recuperare.

Astenetevi dalla visita se siete a dieta: impossibile resistere alle tentazioni, ma alla fine il bello sta proprio lì.






mercoledì 10 febbraio 2010

It looks good: concorso fotografico sul tema "Gustosa la vita"


Stavolta vi dò veramente un' esclusiva.
E sfido io qualunque altro blogger ad avere questa notizia prima di me....
Anche perché il concorso è un po' una creatura alla quale direttamente o indirettamente sto dando vita e ali soprattutto anche io.
It looks good è concorso fotografico che l'azienda Toschi ha lanciato per festeggiare il proprio 65° di attività e che si rivolge ai giovani fotografi per dare loro l'opportunità di interpretare il tema "Gustosa è la vita".
Possono partecipare persone di età compresa tra i 18 e i 40 anni, di qualunque nazionalità, entro il 10 maggio 2010.
C'è un sito ad hoc dove trovare tutto il bando per esteso e dove poter fare l'upload della propria foto (una sola). Lo trovate qui
La partecipazione è gratuita e ci sono in palio 1.500 euro per il vincitore, e un workshop col fotografo Franco Fontana per i primi tre classificati.
Media partner dell'iniziativa è Artegiovane
Che dire...può essere una bella opportunità, soprattutto per chi, come me, fosse appassionato di gusto, cibo e dintorni.
In bocca al lupo a chi parteciperà e buon divertimento!

lunedì 8 febbraio 2010

Filetti di branzino al forno

Brief

Giovane filetto di branzino conoscerebbe verdura dolce ma con personalità per incontro stuzzicante



La Ricetta



Occorrente: teglia, forno, pentola, spremiagrumi, coltello

Ingredienti
1 kg filetti di branzino
4 patate
1 cipolla bianca
1 cucchiaio prezzemolo
1 limone
pepe macinato al momento
sale
olio e.v.o.
Procedimento

Sciacquare le patate sotto acqua corrente e metterle a cuocere in una pentola, senza sbucciarle. Non dovranno essere troppo morbide, perciò è necessario verificare la cottura pungendole con una forchetta. L'ideale sarebbe riuscire a pungerne l'interno, senza che la polpa si sfarini. (Io impiego circa 40-45 minuti).
Scolare le patate, sbucciarle e tagliarle a fette non troppo sottili.
Sistemarle sul fondo della teglia assieme ad anelli di cipolla affettata finemente. Condire con olio, sale e pepe e adagiarvi sopra i filetti di pesce. Irrorare di succo di limone e di olio, spolverizzare di prezzemolo fresco, sale e pepe e infornare a 180°C per 20 minuti.

Cercami su

Il Bloggatore - Cucina Aggregatore notizie RSS