venerdì 29 luglio 2011

Montepulciano d'Abruzzo Indio 2007



Mi piace pensare che un vino possa essere legato ad una particolare stagione della nostra vita, ad una persona, ad un luogo, ad un avvenimento irripetibili.
Un po' come per la musica che fa da colonna sonora ai miei umori.

Il Montepulciano d'Abruzzo Indio è uno di quei vini che se non mi fosse stato regalato, non avrei mai assaggiato, perciò devo innanzitutto ringraziare Aurelia, perché senza di lei non solo non avrei passato uno splendido weekend lungo in una location da favola, di cui vi parlerò prossimamente, ma mi sarei persa questa etichetta.

L'Abruzzo, per quanto terra incantata e ricca di suggestioni, non è certo famosa per il suo vino. Di solito si pensa, a torto o a ragione, ad altre regioni. A me che ne ho visitato da poco un pezzetto, nella provincia di L'Aquila, ha dato l'impressione di una terra ancora selvaggia e un po'..."ruvida". Perciò trovo perfetto il nome che hanno dato a questo Montepulciano, perché cerca di esprimere appunto queste caratteristiche.

giovedì 28 luglio 2011

Treccia di pan brioche

Brief

La colazione secondo gli Svizzeri


La ricetta


Occorrente: teglia, carta da forno, forno, tazza, pentolino, ciotola capiente, telo da cucina

Ingredienti
300 g di farina Manitoba
200g di farina 00
200 ml di latte
80 g di burro
1 uovo intero + 2 tuorli
1 bacca di vaniglia
25 g di lievito di birra
60 g di zucchero semolato
lamponi secchi
1 tazzina di Brandy


Procedimento

Quest'anno ho avuto la fortuna di trascorrere diverso tempo in Svizzera. (Lo so qualcuno dirà: "sai che fortuna!"). 
A livello gastronomico non ci sono delle grandi eccellenze da segnalare, ma un crogiolo interessantissimo di sapori, che arrivano dalle regioni confinanti e spesso anche da regioni lontanissime. I ristoranti etnici per esempio in Svizzera sono stupendi e anche l'assortimento di ingredienti esotici, forse per soddisfare le esigenze dei tanti stranieri che vi abitano. I prezzi sono meno esaltanti..ma questo non riguarda soltanto il cibo, bensì il tenore di vita complessivo. 

A colazione si trovano spesso delle fantastiche trecce di pan brioche, sia semplice che arricchito di gocce di cioccolato o frutta secca. 
Secondo me questo è uno degli esempi di specialità che arrivano dalle regioni confinanti, perché in Francia è ugualmente diffuso. 
Così, visto che preparare una treccia di pan brioche non è particolarmente complicato, ho provato a far assaggiare la mia. 
Loro, gli Svizzeri, hanno detto che a renderla buona sono stati il burro e il latte locali. 
E a me è andata bene così. 

Se volete divertirvi ad impastare anche voi, in Svizzera o altrove, eccovi tutte le indicazioni per come procedere.  

sabato 23 luglio 2011

Ravioli di ricotta, spinaci e limone con prosciutto croccante

Brief

Il primo più adatto per il pranzo della domenica? I ravioli ricotta spinaci e limone


La ricetta


Occorrente: pentola per cuocere la pasta, scolapasta, tagliere, coltello, grattugia, casseruola

Ingredienti  x 3 persone

250 g tortelli di ricotta spinaci e limone
100 g prosciutto crudo di Parma
ricotta salata
30 g burro 


Procedimento 

Un'idea per una pausa pranzo raffinata ma veloce?
Un'idea per quando amici esigenti a tavola si auto invitano a casa tua?
Un'idea per il pranzo della domenica, con tanto di parenti al seguito?
Un'idea per viziarsi col minimo sforzo?
Potrei andare avanti a lungo con le occasioni adatte in cui provare questa ricetta, perciò fermatemi.
Qualunque sia la vostra occasione, la pasta fresca ripiena già pronta, purché a base di ottime materie prime è sempre la soluzione. 

Dopo aver provato con soddisfazione un'altra ricetta di pasta fresca già pronta della stessa marca, ho voluto replicare l'esprienza con questi ravioli di ricotta, spinaci e limone.



E il verdetto è: promossi!
Forse sono ancora più buoni di quelli di pesce, perché la nota aromatica di limone, così fresca e agrumata è piacevolissima. 
Io l'ho ulteriormente esaltata col condimento a base di prosciutto croccante. Una spolverata di ricotta salata ha fatto il resto.



Per prepararli è sufficiente seguire le istruzioni di cottura riportate sulla confezione e mentre l'acqua arriva a bollore, portarsi avanti col condimento. Si taglia il prosciutto crudo (meglio se una fetta piuttosto spessa) a listarelle, si fanno saltare rapidamente nel burro e poi si tuffano i ravioli, cotti in acqua bollente e opportunamente scolati. 
Si impiattano e spolverano di ricotta salata. Et voilà!

giovedì 21 luglio 2011

Rosso pomodoro

Brief

L'entrée ideale per una cena estiva e veramente mediterranea



La ricetta



Occorrente: tagliere, piatto, coltello per tagliare il pane


Ingredienti


1 baguette piccola
pomodori pachino buonissimi
foglie di basilico fresco
olio e.v.o. buonissimo
sale
aglio (a piacere)

Procedimento

Tu, lui e un invito a cena. Una grande casa dove si può sempre sentire il vento soffiare. Vino freddo nel bicchiere, musica in sottofondo che ti parla degli ultimi vent'anni almeno, snocciolandoli, in ordine sparso. 
Dalla cucina sale il profumo della cena, ma per una volta non sei tu a cucinare. é lui che cucina per te. 
Se ci fosse un colore per questa sera, sarebbe il rosso pomodoro. 
Se ci fosse un sapore da scegliere tra tutti sarebbe quello dei pachino mangiati dalle sue mani. 

mercoledì 20 luglio 2011

Pesce al curry

Brief

Un secondo di pesce per stupire anche chi non ama il pesce: delicato, ma ricco di gusto


La ricetta


Occorrente: n° 4 pirofile, vaporiera, casseruola, coltello da cucina affilato, carta assorbente


Ingredienti x 4 persone


1kg filetti di pesce (nel mio caso persico)
2 patate grandi
1 radice di zenzero fresco
200 ml latte di cocco
4 cucchiai di curry malesiano
1 scalogno piccolo
1 cucchiaino di paprica dolce
1 cucchiaio di cocco grattugiato
200 g riso basmati
2 cucchiai olio e.v.o
brodo caldo

Procedimento

Sì, lo riconosco, sono incapace di resistere al curry. Nel mio mobile delle spezie ce ne sono 10 varietà diverse, provenienti da altrettante località del mondo. Il mio preferito è indubbiamente il curry malesiano, fortissimo, intenso, inaspettato...
L'ho comprato a Zurigo, non molto tempo fa e da allora, l'ho venerato come un talismano. 
Questa ricetta lo esalta al massimo.
O meglio, il curry della Malesia ha il potere di esaltare al massimo questa ricetta. 
Se avete modo di procurarvene un po', capirete il motivo. 
Siete pronti a perdervi insieme a me?

martedì 19 luglio 2011

Muffin salati: Fontina e prosciutto cotto

Brief

Replica dei muffin salati, ma con qualche variante


La ricetta




Il titolo più adatto di questa ricetta dovrebbe essere: "Panegirico dei muffin salati".
Sono così semplici, d'effetto e personalizzabili, da permettere veramente di prepararne per tutti i gusti, anche per chi è rigorosamente a dieta, per chi è vegano o intollerante al glutine.
Beh, questi con Fontina e prosciutto cotto in realtà non tengono conto di allergie o restrizioni particolari, ma prometto che d'ora in poi aggiornerò questa categoria del blog, in modo da renderla più completa.
Intanto, a chi non li avesse letti, segnalo anche questi, sempre salati..Qualche suggerimento in più non fa mai male..
Per chi non amasse il sapore della noce moscata, non è assolutamente tassativa, anzi. E se al suo posto vi va di introdurre qualche altra spezia, gli altri ingredienti non se la prenderanno troppo. La noce moscata sì, ma non diteglielo. Non è mai bello escludere dal piano di lavoro qualche ingrediente, potrebbe restarci molto molto male.
 


Muffin salati: fontina e prosciutto cotto


Occorrente: pirottini di carta per muffin e relativi stampini, n° 2 ciotole capienti, fruste, cucchiaio, forno, coltello, tagliere

Ingredienti x 8-10 muffin

2 uova grandi
250 g farina 00
1 bustina di lievito per torte salate
120 g prosciutto cotto a cubetti
100 g Fontina
1 yogurt magro
1/2 vasetto di yogurt di olio e.v.o.
sale
1 cucchiaino di noce moscata in polvere

Procedimento

Preriscaldare il forno a 180°C.
Tagliare il formaggio a cubetti, setacciare la farina e il lievito in una delle due ciotole, assieme alla noce moscata e al pizzico di sale, stando attenti a che non entri in contatto col lievito. Aggiungervi il formaggio e il prosciutto cotto. 
Lavorare le uova intere con le fruste e montarle per bene, aggiungere lo yogurt e l'olio e lavorare il composto in modo da renderlo omogeneo e liscio. Aggiungere gli ingredienti fluidi a quelli solidi e mescolare bene, evitando che si formino grumi. 

Prelevare il composto a cucchiaiate e riempire i pirottini. 

Infornarli e lasciarli cuocere per 25-30 minuti. 
La prova dello stuzzicadenti sarà fondamentale per capire se la cottura sarà stata ottimale o no. 

lunedì 18 luglio 2011

Insalata di tonno fresco

Brief

Fare un omaggio alla Sicilia con un'insalata di tonno fresco stuzzicante e mediterranea

La ricetta


Occorrente: casseruola, piatto, coltello affilato, pinza da cucina, griglia 

Ingredienti x 2 persone

2 tranci di tonno
semi di sesamo
2 cucchiai di olio e.v.o.
1 melanzana 
1 cucchiaio di capperi di Pantelleria
pomodori Pachino
1 cucchiaio di sesamo
1 cucchiaio di origano
aceto balsamico a piacere
olio e.v.o.
sale
Procedimento

Sciacquare le melanzane e i pomodori. Tagliare le melanzane a fette e grigliarle. Trasferirle su un piatto e condirle con olio e origano. Tagliare il tonno a cubetti, rotolarli nei semi di sesamo in modo da ricoprirli perfettamente da tutti i lati. Scaldare l'olio in una casseruola e cuocerli per un paio di minuti da ogni lato, rigirandoli spesso con l'aiuto di una pinza da cucina. Sgocciolare i capperi di Pantelleria dall'aceto, unirli ai pomodori tagliati a metà, unire il tonno, spolverare di origano e sale e completare con qualche goccia di aceto balsamico e olio e.v.o.

martedì 12 luglio 2011

Triscotti e quadriscotti

Brief

Accompagnare il gelato al cioccolato con dei biscotti fatti in casa


La ricetta


Occorrente: forno, ciotola capiente, cucchiaio, teglia, carta da forno


Ingredienti x 4 persone

200 g farina per dolci
1/2 bustina di lievito vanigliato
1 uovo intero + 1 tuorlo
50 g zucchero semolato
2 cucchiai olio e.v.o.
2 cucchiai di rhum 

Procedimento

I triscotti e quadriscotti sono diventati per me un'istituzione.
Il trademark ammetto che appartiene a un'amica di famiglia, che dopo un lungo ed estenuante viaggio in macchina, ci portò dei fantastici biscotti artigianali presi in un forno vicino Roma e ci disse, erano biscotti, ma ora saranno diventati triscotti e quadriscotti.
Erano buonissimi, ironia a parte.
Questi non ci assomigliano, perché l'impasto, la forma e la grandezza sono tutt'altra cosa, ma li ho distanziati non a sufficienza sulla teglia, perciò si sono uniti tra loro formando simpatiche catene biscottose che mi hanno richiamato alla mente il concetto dei triscotti e dei quadriscotti.

Cercami su

Il Bloggatore - Cucina Aggregatore notizie RSS