mercoledì 16 febbraio 2011

Controfiletto funghi e Parmigiano Reggiano

Brief

Il secondo ideale: veloce, d'effetto e leggero


La ricetta


Occorrente: padella antiaderente, coltello, ciotola, piatti fondi, tagliere, coltello affilato, carta assorbente

Ingredienti x 4 persone
700 g controfiletto di vitello
una manciata di funghi secchi
scaglie di Parmigiano Reggiano
1 bicchierino di brandy
sale
pepe bianco
olio e.v.o.
20 g burro salato
timo
1 tazza acqua bollente

Procedimento

Quando manca un macellaio di fiducia, con la carne è un po' come giocare alla roulette russa. 
Può capitare il taglio tenero e ben frollato, così come quello fibroso e magari meno gradevole...quello che a tavola, con gli ospiti farebbe fare una figura grama, perciò è sempre bene fare dei tentativi quando si è in famiglia, così almeno ci si può scherzare su.


Con la pratica si diventa allenati a riconoscere a colpo d'occhio la carne di buona qualità, da quella che invece sarebbe bene non comprare. Io sto tuttora imparando e con questa che vedete in foto non sono stata particolarmente fortunata. 
Ma migliorerò, prometto. 



Dato che la qualità della carne non può essere certa, andiamo però con le cose certe.
Ovvero il procedimento.
Quello sì, rimane lo stesso.
Taglio tenero, o meno. 

Reidratare i funghi secchi nell'acqua bollente salata per circa 30 minuti. 
Sciacquare la carne, tamponarla con la carta assorbente. 

Scaldare l'olio nella padella antiaderente, lavare i funghi sotto l'acqua corrente, strizzarli bene e versarli nella padella, aggiungere la carne e cuocerla per un paio di minuti da ambo i lati, profumare con il timo e bagnare col brandy. Regolare di sale e pepe e togliere la carne, mettendola in caldo tra due piatti fondi. 
Proseguire la cottura dei funghi per qualche minuto, aggiungendo un po' di acqua calda. 
Sciogliere nella pentola il burro salato e mescolare bene. 
Tagliere i controfiletti in pezzi piuttosto grandi.(Da un controfiletto se ne ricavano 3) 
Sistemarli nei piatti, impilandone un paio per ciascuna porzione.
Irrorare con il sugo di cottura, decorare con i funghi e le scaglie di Parmigiano Reggiano.
E servire..ovviamente..




5 commenti:

BARBARA ha detto...

Hai proprio ragione...la carne è sempre un terno al lotto; in ognicaso il tuo controfiletto ha davvero un ottimo aspetto.

Greta ha detto...

L'hai davvero trasformata! Devo provarla questa ricetta! Buona giornata ciao ;)

Roxy ha detto...

Un ottimo piatto!!
E' proprio vero, ogni tanto capitano dei pezzi di carne davvero immangiabili....a me è capitato anche con un filetto....

lucy ha detto...

caspita un secono veramente raffinato e molto gustoso.sto guardando le altre tue rictte e sono tutte particolari e ottime!

littledesserts ha detto...

Ti vorrei invitare al mio primo contest MANI NELLA MANITOBA, una raccolta di ricette con la farina manitoba...
http://dolciedesserts.blogspot.com/2011/01/primo-contest-mani-nella-manitoba.html
se ti va passa a dare un'occhiata... ti aspetto...

Cercami su

Il Bloggatore - Cucina Aggregatore notizie RSS