martedì 30 ottobre 2012

Buchty


I buchty sono dei panini che ricordano molto il nostro "danubio" perché vista la presenza di burro e latte si possono considerare una variante del pan brioche. Sul libro dal quale ho tratto la ricetta, ho letto che si preparano molto sia in Germania che in Polonia. Curiosando in rete ho visto invece che sono tipici della Repubblica Ceca. Ad ogni modo, origine e diffusione a parte, sono morbidi, profumati e gustosi, cosa che realmente conta e sono perfetti sia per uno spuntino che a colazione, farciti di marmellata o Nutella, o volendo anche in versione dolce-salata con salumi e formaggi. Due piccoli consigli, attenzione alla temperatura del latte e del burro fuso, perché influisce molto sulla lievitazione e gestite con flessibilità quella del forno, perché in alcuni casi 180°C può essere troppo, in altri, troppo poco..

Repetita juvant. 


Buchty


Occorrente: n°1 terrina grande, teglia rettangolare, forno, pentolino, cucchiaio, pellicola per alimenti

Ingredienti

450 g di farina Manitoba
120 ml di latte
90 g di burro
50 g di zucchero semolato
3 uova
1 cubetto di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di sale

20 g di burro fuso  

Procedimento

Setacciare 350 g di farina e disporli nella terrina, aggiungervi il sale e lo zucchero. 
Sciogliere il burro a bagnomaria in un pentolino, lasciarlo raffreddare aggiungendovi il latte e sciogliere in questi liquidi (tiepidi!) il lievito. 
Versarli quindi al centro della farina, impastare e mettere l'impasto a lievitare per circa mezzora in un luogo caldo. 
Trascorso questo tempo, riprendere l'impasto, aggiungervi le tre uova e la restante farina e lavorarlo su di un piano di lavoro infarinato per circa una decina di minuti. Quindi metterlo a lievitare, coperto da una pellicola per alimenti fino a quando avrà raddoppiato il suo volume. 

A questo punto dividere l'impasto in 16 parti e formare delle piccole palline, spennellarle col burro fuso e sistemarle dentro la teglia ben unta. Lasciare lievitare di nuovo, al caldo e coperto per circa un'ora, quindi accendere il forno a 180°C e infornare. Cuocere per 30 minuti o fino a quando risulteranno ben dorati. 



martedì 9 ottobre 2012

Pomodori confit


I pomodori confit, letteralmente "canditi" o "caramellati" non sono certamente una mia invenzione. In rete si trovano tante ricette in proposito, sia per come prepararli, partendo dai pomodori "al naturale", sia per come utilizzarli al meglio in cucina in accompagnamento alla pasta, al pesce, nelle torte salate, sulle bruschette o semplicemente come antipasto. 

Chi mi conosce sa quanto io sia affezionata ai pomodorini confit e quanto spesso li prepari. Quest'anno ho proprio fatto il pieno, specie d'estate, su grande richiesta di amici e colleghi...Silvia, una in particolare mi dà sempre molta soddisfazione in proposito..
Perciò nel mio blog non possono certo mancare, perché testimoniano il mio gusto e quello che mi piace portare in tavola più spesso. Così finalmente mi sono convinta a pubblicarne foto e ricetta, anche se in questi mesi non faccio che correre correre correre e tante volte ho l'impressione di abbandonare il blog un po' a se stesso. 

Comunque tornando a loro, ai pomodori, questa ricetta ha il vantaggio di annullare o quasi il contenuto acido, rendendoli indubbiamente più leggeri e digeribili e in più ne esalta la dolcezza e il carattere mediterraneo. Sì perché i pomodori confit vengono passati al forno a temperatura dolce, per seccarli un po' e per farli caramellare, complice anche un velo di zucchero, ma soprattutto vengono aromatizzati con erbe e spezie (origano, timo, pepe, aglio, ecc) che li trasformano in un condimento appetitoso e invitante. 
Se non li conoscete, provateli, ne vale decisamente la pena. 

Pomodori confit

Occorrente: forno, teglia, carta da forno, carta assorbente da cucina, cucchiaio, coltello 

Ingredienti
500 g di pomodori Pachino o ciliegini
2 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di olio e.v.o.
sale e pepe q.b.
1 cucchiaio di origano

Procedimento
Sciaquare i pomodori sotto l'acqua corrente, tamponarli con la carta assorbente e tagliarli a metà.
Sistemarli su una teglia foderata di carta da forno con il lato tagliato rivolto verso l'alto.
Cospargerli abbondantemente di zucchero, sale, pepe e origano. 
Irrorare di olio e infornare per circa un'ora a 120°C-150°C.
Controllarli di tanto in tanto e se ne necessario, proseguire oltre la cottura sino a che diventeranno secchi ma non completamente appassiti. 
Dovranno mantenere una certa umidità. 




Cercami su

Il Bloggatore - Cucina Aggregatore notizie RSS