domenica 20 giugno 2010

Farfalle alla Norma

Brief

La Sposadelvento interpreta a modo suo un classico della gastronomia siciliana, ascoltando rigorosamente come sottofondo una delle migliori Casta Diva della storia del melodramma


La ricetta



Occorrente: pentola per cuocere la pasta, coltello, scolapasta, grattugia, padella antiaderente, spatola, carta assorbente da cucina, piatto, casseruola

Ingredienti

400 g pasta formato farfalle
1 melanzana grande
200 g ricotta salata
500 g pomodori pelati
1 spicchio d'aglio
abbondante olio e.v.o.
sale
basilico fresco

Procedimento

Vi segnalo innanzitutto che online c'è un utilissimo tutorial su questa ricetta su Giallozafferano.it
Io non ho usato gli spaghetti, perché mi stuzzicava di più l'idea delle farfalle Garofalo, ma resta inteso che se volete cambiare tipo di pasta, andrà comunque benissimo. 

Trovare la ricotta salata in commercio non è molto semplice, addirittura ho trovato chi mi ha detto "ma questa ha comunque il sale tra gli ingredienti"...
Io ho glissato simpaticamente facendo finta di essere sorda...Comunque in Emilia non è diffusissima, perciò ho dovuto girare diverse gastronomie.

Per chi non lo sapesse, pare che il piatto sia stato inventato in onore di Vincenzo Bellini, compositore catanese dell'Ottocento che ha composto la celebre opera Norma.
Per me resta tuttora insuperabile l'interpretazione di Maria Callas, con la sua voce così carismatica ed emozionante.
Svegliarsi in casa mia con un brano d'opera alle 9.00 del mattino è sempre stato piuttosto comune, avendo in casa un cantante, ma se avete vicini antipatici, o semplicemente familiari che non gradiscono, beh, per ispirarvi potete comunque ascoltarla in cuffia...

Ma scendiamo dall'Olimpo della musica e torniamo a cose più triviali.

Lavare e tagliare le melanzane a fette rotonde alte circa mezzo centimetro.  

Scaldare l'olio in una capiente padella, friggere le melanzane girandole da ambo i lati e lasciarle asciugare su un piatto coperto di fogli di carta assorbente.

Passare i pomodori pelati al setaccio, o  in alternativa munirsi di passata di pomodoro già pronta.

Scaldare un paio di cucchiai di olio in padella assieme allo spicchio d'aglio tritato, versare i pomodori e lasciare cuocere il sugo a fuoco dolce fino a quando non si sarà addensato.

Tagliare le melanzane a striscioline e lasciare da parte qualche fetta per decorare i piatti.

Aggiungere le altre al sugo e lasciar insaporire qualche minuto. Aggiungere il basilico fresco.

Cuocere la pasta, scolarla al dente e condirla con il sugo preparato.

Grattugiare su ogni piatto la ricotta salata, guarnire con le fette di melanzana e portare in tavola.


Cercami su

Il Bloggatore - Cucina Aggregatore notizie RSS