martedì 17 marzo 2009

Risotto giallo

Brief

Un primo colorato che porti la primavera nel piatto, meglio se a base di riso



La ricetta





Occorrente: pentola per il risotto, cucchiaio, pentola per il brodo, grattugia, padellino, spatola, mezzaluna

Ingredienti

Riso (2 cucchiai abbondanti per persona)
brodo vegetale (acqua, carota, sedano, patata)
1/2 bicchiere di spumante
1 cipolla piccola
20 g burro
4 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato
2-3 pistilli di zafferano
sale e pepe

Parmigiano Reggiano grattugiato

Procedimento

Per la riuscita di un risotto servono ingredienti di ottima qualità - quindi occhio alla scelta del riso - la pazienza e il tempo di restare accanto al fornello e, come in un tutti i piatti, un umore buono, altrimenti pensieri e cattive energie passeranno dalla nostra mente al risotto (a spese di chi lo mangerà poi).

Nonostante io di riso sia praticamente digiuna, in casa mia circola un bel libercolo monotematico con delle ricette "vere", gentilmente offerte dai migliori chef d'Italia e del mondo. Una di queste riporta un meraviglioso risotto guarnito con un foglio di oro commestibile. Se e quando lo troverò, prometto che posterò la ricetta in questione. Per il momento di oro nel piatto bisognerà accontentarsi di quello cromatico, altrettanto prezioso sì, perché a base di zafferano, ma forse meno scenografico.

Ma andiamo con la ricetta..

Tagliare a cubetti la cipolla, far sciogliere il burro nella pentola dove cuocerà il riso e saltare la cipolla, farla imbiondire, quindi aggiungere il riso e lasciare tostare qualche minuto.

Bagnare di spumante, lasciare evaporare e aggiungere il brodo.

Sciogliere lo zafferano in un cucchiaio di acqua calda e aggiungerlo al riso, regolare di sale e pepe e continuare la cottura fino a quando il riso sarà al dente. Poco prima di spegnere aggiungere il Parmigiano e far mantecare.

Per la presentazione del piatto ho creato delle cialde di Parmigiano Reggiano, facendo fondere un cucchiaio di formaggio grattugiato in un padellino, l'ho staccato con una spatola e lasciato raffreddare.

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Giallatraifornelli


Solarità è un velo luminoso steso sopra l'abisso.

lunedì 2 marzo 2009

Bavarese alla cannella

Brief


Partecipare alla raccolta di dolci al cucchiaio creata da Mara con una bavarese alla cannella


La ricetta


Occorrente: stampo per plumcake, pellicola per alimenti, paletta per dolci, fruste elettriche, casseruola, colino


Ingredienti


4 tuorli
40g zucchero
40g fruttosio
2 stecche di cannella
25o ml di latte caldo
2oo ml di panna da montare
10 g gelatina in fogli
cannella in polvere


Procedimento


La ricetta di questa bavarese l'ho trovata qui

Seguendo le indicazioni originali di Giuliana, ho spezzettato la cannella (con un batticarne, perché era durissima) e l'ho messa nel latte caldo, lasciando il tutto in infusione per qualche ora. Ho sbattuto i tuorli con lo zucchero e il fruttosio fino a farli diventare spumosi e chiari. Ho filtrato il latte e aggiunto a filo al composto di uova, mescolato e messo sul fuoco.

Ho ammorbidito la gelatina in acqua fredda, l'ho strizzata e fatta sciogliere nella crema alla cannella, ho aggiunto la cannella in polvere, l'ho fatta addensare, poi ho spento il fuoco e lasciato raffreddare continuando sempre a mescolare.

Ho aggiunto la panna montata, mescolato bene in modo da avere un composto liscio e ben amalgamato, trasferito il tutto nello stampo foderato di plastica per alimenti. Con la paletta per dolci ho livellato la superficie della bavarese, riposto in frigo per 8 ore.

Trascorso questo tempo, l'ho tagliata a fette e servita con della crema inglese alla vaniglia, mele e pistacchi.




Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Mara


Cercami su

Il Bloggatore - Cucina Aggregatore notizie RSS